• Deakos

Parole chiave- Alopecia androgenetica

Con il termine alopecia androgenetica si intende un diradamento dei capelli, con diversa intensità e localizzazione, dovuta ad un aumento della sensibilità del follicolo pilifero all’azione ormonale androgenica. La patologia, causata da una componente genetica ed una ambientale, è definita poligenica, con penetranza completa, e si manifesta più frequentemente negli uomini che nelle donne, le quali, generalmente, ne soffrono anche in età più avanzata, in quanto in genere la patologia si sviluppa dopo la menopausa. Nell’eziopatogenesi della malattia l’enzima 5-alfa reduttasi (che converte il testosterone in diidrotestosterone, la sua forma attiva) esplica un ruolo fondamentale, con azione negativa su follicolo pilifero e prostata. Tra i rimedi farmacologici la finesteride assume un ruolo preponderante, riducendo l’attività dell’enzima 5-alfa reduttasi, anche se gli effetti collaterali osservati, come il calo della libido, suggeriscono piuttosto un rimedio naturale, con integratori contenenti estratti titolati di Serenoa repens e rimineralizzanti cutanei, precursori della cheratina, come gli estratti vegetali di Equisetum arvense e Medicago sativa.

1 visualizzazione