• Deakos

Parole chiave- D-mannosio

Aggiornato il: 13 giu 2019

Il D-mannosio è un monosaccaride a basso peso molecolare di derivazione vegetale, ottenuto per fermentazione dal legno di larice o di betulla, ma che rientra frequentemente nella composizione di molti polimeri vegetali di consumo quotidiano.

Alla vista si presenta come una polvere bianca, una volta ingerito viene scarsamente assorbito dalle cellule del nostro organismo, e prevalentemente eliminato non modificato attraverso feci e urine.


In medicina e in glicobiologia il D-mannosio sta acquisendo sempre maggiore rilevanza poiché possiede una elevata affinità di legame per i principali batteri uropatogeni (in grado di aderire alla parete delle vie urinarie). Questa affinità permette di neutralizzare i batteri riducendone l' adesività, in particolare di E. coli, principale agente eziologico presente nell' 85% dei casi di cistite.


A differenza della terapia antibiotica, il D-mannosio non presenta significativi effetti collaterali, non crea rischi da sovradosaggio, può essere assunto in gravidanza da individui diabetici, celiaci, non crea farmacoresistenza, e se correttamente assunto può rappresentare nel lungo termine un rimedio efficace per ridurre significativamente l'insorgenza delle fastidiose, e talvolta invalidanti, cistiti ricorrenti.

19 visualizzazioni