• Deakos

Parole chiave- E. coli

E.coli è il batterio più conosciuto e studiato appartenente al genere Escherichia. Si tratta di un Gram negativo, utilizzato in microbiologia come microrganismo sperimentale modello, poiché di facile isolamento, coltivazione, a rapida replicazione nonché molto resistente alla manipolazione. Nell’uomo, è la specie batterica più diffusa e predominante a livello intestinale in particolare a livello del colon. Tuttavia, è in grado di migrare in altri distretti corporei e di instaurare infezione, specialmente a livello delle vie urinarie. in particolare il ceppo portatore dell’antigene K, dove può persistere per lunghi periodi, cronicizzando l’infezione con formazione di biofilm e acquisendo la resistenza ai principali antibiotici I ceppi di E. coli uropatogeno (UPEC) sono responsabili di circa il 90% delle cistiti non complicate. Nel primo stadio del processo infettivo, le adesine localizzate alla sommità delle fimbrie rappresentano il fattore adesivo che consente ad E. coli di aderire saldamente all'urotelio. L’infezione vera e propria è scatenata dall'emolisina A, che come una piccola forbicina appuntita è in grado di ledere l'epitelio urinario, danneggiandolo e promuovendo chemiotassi, infiammazione acuta e cronica, con invasione dei tessuti limitrofi e rischio elevato per la salute globale dell’organismo.


1 visualizzazione