• Deakos

Parole chiave- Klebsiella

I batteri del genere Klebsiella, ubiquitari in natura sono tanti e molto diversificati tra loro. In generale, sono Gram negativi, quindi abbastanza simili ad E. coli, potenzialmente patogeni e opportunisti. L’uomo rappresenta un organismo ospite modello in cui i batteri del genere Klebsiella risiedono fisiologicamente senza causare infezione come nel colon e nelle vie aeree superiori. Tuttavia, in individui immunodepressi o con patologie croniche debilitanti, i batteri del genere Klebsiella possono facilmente instaurare fenomeni infettivi importanti, specialmente nelle vie aeree, nel sangue e nelle vie urinarie, con formazione di ceppi antibiotico resistenti particolarmente aggressivi, specialmente quando le infezioni vengono contratte in ospedale o in ambulatori medici. Nonostante i sintomi delle infezioni delle vie urinarie provocate da Klebsiella sino clinicamente indistinguibili da quelle causate da altri patogeni, bisogna porre particolare attenzione in questi casi, specialmente negli individui cateterizzati. A questo proposito, specialmente quando i sintomi locali e sistemici, bruciore e dolore vescicale sono accompagnati da febbre, brividi, dolore ad urinare, sarà fondamentale effettuare una urinocoltura per determinarne la causa specifica, prima che l’infezione risalga verso i reni e possa scatenare una pericolosa pielonefrite.


2 visualizzazioni